una migrazione cosmica

6 maggio 2016 § Lascia un commento

Hans Hartung

Hans Hartung
(Lipsia, 1902 – Parigi, 1989)

 

Una migrazione cosmica è iniziata stasera:
carovane di alberi per la terra scura,
filari di grappoli pronti alla vendemmia,
cascate di stelle di casa in casa,
fiumi che risalgono i corsi – all’indietro!
Tutto questo è stasera, che dormo con te.


Marina Cvetaeva, Scusate l’Amore
(Mosca, 1892 – Elabuga, 1941)

Annunci

Vivian Lamarque

4 aprile 2016 § Lascia un commento

Interno poesia

lamarque_vivian

Poesia malata

Ci deve essere un’epidemia
anche questa mia poesia appena nata
si è già bell’e malata.
Appena tu l’hai letta distaccatamente
senza fermarti e senza dirle niente
si è sentita girare un po’ la testa si è appoggiata
si è svestita si è messa a letto
dice che è malata
ha guardato un po’ le cose intorno distrattamente
poi ha chiuso gli occhi e non ha più detto niente
come Mimì finge di dormire
per poter con te sola restare
sta lì così melodrammaticamente
sta lì così senza dire niente
già così ridicola e disperata
appena appena nata.

da Poesie 1972-2002 (Mondadori, 2002)

View original post

giunto casualmente

1 marzo 2016 § Lascia un commento

Brooklyn_Museum_-_Kambara,_from_Fifty-three_Stations_on_the_Tokaido_Highway_(Tokaido_Goju-san_Tsugi_no_Uchi)_-_Utagawa_Hiroshige_(Ando)_-_overall

                     Utagawa Hiroshige

 
Giunto casualmente
in questo villaggio tra i monti,
insopportabile anche solo a vedersi,
penso a chi vive
sempre nel tedio

 

Kamo no Chōmei 鴨長明
(Kyoto 1155 – Toyama 1216)

giorni degli alcioni

17 febbraio 2016 § Lascia un commento

*

Nel porto silenzioso, sulle alberature dei pescherecci,
risplendé l’ala d’un gabbiano; sull’ala si riflesse
il piccolo monte verde e una finestra. Allora,
si scaldarono di colpo le dita delle statue e
                                       sull’unghia del pollice
eroticamente si allargò la lunetta rosata.

di Ghiannis Ritsos

Akiko Yosano – poesie

10 febbraio 2016 § Lascia un commento

Dopo il bagno
mi guardo nello specchio,
e, osservando il mio corpo,
sento che ancora rimane qualcosa
di ieri: un certo sorriso…

Alessandro Canzian

Akiko-Yosano-2

View original post 627 altre parole

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria parole altrui su trattiessenziali.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: