una migrazione cosmica

Hans Hartung

Hans Hartung
(Lipsia, 1902 – Parigi, 1989)

 

Una migrazione cosmica è iniziata stasera:
carovane di alberi per la terra scura,
filari di grappoli pronti alla vendemmia,
cascate di stelle di casa in casa,
fiumi che risalgono i corsi – all’indietro!
Tutto questo è stasera, che dormo con te.


Marina Cvetaeva, Scusate l’Amore
(Mosca, 1892 – Elabuga, 1941)

giorni degli alcioni

*

Nel porto silenzioso, sulle alberature dei pescherecci,
risplendé l’ala d’un gabbiano; sull’ala si riflesse
il piccolo monte verde e una finestra. Allora,
si scaldarono di colpo le dita delle statue e
                                       sull’unghia del pollice
eroticamente si allargò la lunetta rosata.

di Ghiannis Ritsos