le cose elementari

Ghiannis Ritsos (foto web)

In modo maldestro, con ago grosso, con filo grosso,
si attacca i bottoni della giacca. Parla da solo:

Hai mangiato il pane? hai dormito tranquillo?
hai potuto parlare? tendere la mano?
ti sei ricordato di guardare dalla finestra?
hai sorriso al bussare?

Se la morte c’è sempre, è seconda,
La libertà sempre è prima.

Ghiannis Ritsos

Urban haiku di Jack Kerouac

B8GpvRWCcAAVEUoPhoto Larry Fink

*

Jack legge il suo libro
ad alta voce, la notte
–le stelle escono allo scoperto

*

Mucchi di posta ammassati
     sulla scrivania–
La mia mente è tranquilla

*

Bach all’alba
     da una finestra aperta–
gli uccelli stanno in silenzio

*

Risposto a una lettera
     e fatto un bagno caldo
–Pioggia di primavera

*

Per un attimo
     la luna
Ha indossato gli occhiali

*

Una strega giallastra che mastica
     una sigaretta
Foglie autunnali

*

Crepuscolo–un ragazzo
   distrugge soffioni
Con un bastone

*

Campo da baseball vuoto
     –Un pettirosso
Saltella sullo steccato

*

104719-mdPhoto Larry Fink

(da Il libro degli haiku di Jack Kerouac – trad. Sivia Rota Sperti)